Ask us about IVF

Schiusa assistita

Schiusa assistita  (Assisted Hatching)

Che cosa è
La procedura di assistenza alla fuoriuscita dell’embrione dal suo involucro protettivo consiste nel praticare una piccola apertura nella zona pellucida, ossia nello strato protettivo che circonda l'embrione nei primi giorni del suo sviluppo, al fine di facilitarne l’impianto nell’utero.

Casi in cui si applica
La tecnica viene applicata quando si ha ragione di ritenere che la membrana esterna dell’ovocita sia troppo spessa e resistente (è il caso degli embrioni di donne che hanno superato i 38 anni) e quindi ostacoli la suddivisione della cellula e l’annidamento.

Inoltre, migliorare il terreno di cultura con proteasi può aiutare ad incrementare la percentuale di “schiusa” degli ovociti e di gravidanza. Con una semplice tecnica di micromanipolazione si pratica una piccola apertura e si facilita il lavoro dell’embrione.

Breve descrizione della procedura
Questa tecnica consiste nel praticare una piccola apertura nell’involucro (proteinico) esterno dell’ovocita umano, oppure nell’assottigliarlo; si utilizzano strumenti meccanici come pipette, o agenti chimici o il laser.

Percentuale di successo
È stato ampiamente provato che la tecnica di Assisted Hatching  aiuta ad aumentare le probabilità di annidamento dell’embrione, in quanto prima di impiantarsi nell’utero esso deve “schiudere” la membrana e uscire dalla zona pellucida. Tuttavia è importante sottolineare che questa tecnica può risultare dannosa per l’embrione e per le possibilità di annidamento nell’utero, per cui la si applica solamente quando l’embriologo lo ritiene indispensabile. Le tecniche di Assisted Hatching sono ancora in gran parte inefficaci e complicate, dispendiose e fonte di grande stress per le coppie; è necessario quindi che il personale medico e paramedico del team che gestisce ogni singolo caso presti la massima attenzione.

Είσοδος Μελών



RICHIEDI IVF

Dott. Elias Gatos risponde alle vostre domande fecondazione in vitro.